Palline anali

Le palline della geisha o palline cinesi o palline vibranti sono il terzo tipo di sex toy più diffuso. Moltissime donne le hanno acquistate o se le sono fatte comprare, ma in fondo ben poche sanno servirsene correttamente. Portale con discrezione e il tintinnio vi farà inondare di piacere ”.probabilmente “made in china” e il rivestimento non resistette all’acidità della mia mucosa vaginale poiché cominciò subito a sfaldarsi. Il loro uso si rivelò piuttosto sgradevole e il famoso tintinnio destinato a trasformarmi in una specie di cagna in calore come prometteva il foglietto era tutt’altro che discreto. Le palline di geisha non sono degli oggetti da masturbazione in senso proprio, né di stimolazione sessuale. A mio parere, il loro posto dovrebbe essere piuttosto in farmacia nel reparto benessere che sugli scaffali dei sexy shop. Esito persino a parlarne in questa guida poiché non rispondono ai criteri di un sextoy. Tuttavia questo oggetto merita certamente una maggiore popolarità per cui non posso fare a meno di citarlo. Tutte le donne, giovani o meno, mamme o no, dovrebbero possederne un paio da utilizzare diverse ore a settimana e tutti i ginecologi dovrebbero prescriverle alle loro pazienti. Le palline della geisha, pur non avendo una funzione masturbato ria hanno lo scopo di rinforzare i muscoli perineali. Vanno introdotte nella vagina come un Tampax , avendo cura di lasciare all’ esterno la cordicella necessaria per tirarle fuori. Il perineo, per permettere di mantenerle all’ interno, si contrae in maniera impercettibile. Più il peso è importante più i muscoli lavorano. L’ideale sarebbe portarle per un’ora al giorno, quando si sta in piedi (farlo coricare è completamente inutile) e in movimento (a spasso, facendo le pulizie di casa, lo jogging). Si può ugualmente procedere all’ esercizio che ho descritto prima. 1. inspirare; 2. Contrarre la vagina; 3. espirare; 4. Rilassare la vagina. Le contrazioni della vagina sono molto più efficaci se effettuate attorno ad un oggetto così piuttosto che a vuoto. Se non siete pienamente convinte provate a stringere il vostro pugno con una pallina dentro e poi provate a farlo senza. Noterete che la mano quando ha la pallina è obbligata a lavorare maggiormente. Potete, beninteso, creare una dimensione erotica attorno alle vostre palline se lo volete. Se può eccitarvi l’idea di camminare per strada con il vostro piccolo segreto, allora perché non farlo? E’ possibile che le contrazioni provochino un maggiore afflusso sanguigno che aumenta la vostra sensibilità e di conseguenza la vostra eccitazione. Ma ritornerò in modo più preciso sull’ utilizzo delle palline della geisha nella seconda parte della guida.

Visualizza come:

Visualizzazione di tutti i 17 risultati